ArtLAB: l’arte a 360° all’Università degli Studi di Salerno

ArtLab

Giovedì 11 Maggio ho esposto in miei quadri, e dipinto dal vivo, in occasione di questa iniziativa.  ArtLab è un evento organizzato dall’associazione FormaMentis col patrocinio dell’Università degli Studi di Salerno, in collaborazione con Musicateneo Unisa e Unisound; le partnerships professionali di Overlab e ZonMa ArtLab è molto di più poiché  ha voluto realizzare il concetto di arte a 360° portando nel campus esposizioni, esibizioni, teatro, poesia, riciclo e tanto altro ancora.

La mia esperienza

Ho avuto la possibilità di osservare come gli studenti dei diversi anni si sono approcciati ai miei quadri. I gruppetti che si avvicinavano non si limitavano ad osservare, ma indicavano le tele parlandone tra di loro. Qualcuno si è fermato a scattare qualche foto e qualcun altro è stato a sua volta immortalato. Dal mio punto di vista riuscivo ad abbracciare l’intera piazza gremita d’arte.

Più timide sono state le reazioni riguardo la mia Live Painting.  Ho sperimentato dipingendo con acquarelli, caffè e cioccolato. La maggior parte dei ragazzi guardava a distanza poi avvicinandosi hanno mostrato sorpresa e curiosità. Una piccola intervista durante l’esibizione è stata utile per farmi trasmettere il mio messaggio: libera la tua creatività! Puoi fare arte davvero con tutto.

L’evento in generale

Tra fotografie, disegni, dipinti, sculture, fiori di plastica, musica e gli effetti speciali creati da una make up artist esperta nel trucco scenico, Piazza del Sapere non è stata mai in un così vivace fermento e brulicante di creatività. È  stato bello vedere l’università in vesti del tutto diverse dall’ordinario! Ho anche apprezzato molto come tutti si siano dati reciprocamente una mano nei momenti in cui ci sono state delle difficoltà. Il vento più volte ha minacciato di sfasciare i lavori di tutti, ma non mancava mai il soccorso tempestivo di un passante o il rapido intervento di un membro di una delle associazioni.

 

Dopotutto, volendo citare il Barone rampante di Italo Calvino: “…le associazioni rendono l’uomo più forte e mettono in risalto le doti migliori delle singole persone, e danno la gioia che raramente s’ha restando per proprio conto, di vedere quanta gente c’è onesta e brava e capace per cui vale la pena di volere cose buone (mentre vivendo per proprio conto capita più spesso il contrario, di vedere l’altra faccia della gente, quella per cui bisogna tener sempre la mano alla guardia della spada)