Artworks

Oltre il mondo

Mi sono diplomata al Liceo Artistico Andrea Sabatini (l’attuale Sabatini-Menna) a Salerno nel 2008. Dopo l’ultimo anno sentivo la necessità di esprimermi in modo differente, rispetto agli esercizi di “copia” che facevamo in quel periodo. Così è nato il mio primo quadro “La natura che sente, vede e ascolta” pittura ad olio su tela. Non avevo intenzione di esporre, a dire il vero non sapevo neanche come si potesse fare. È stata una mia insegnante a spingermi verso la mia prima selezione, così ho esposto i miei lavori e alcune poesie al Complesso Monumentale Santa Sofia di Salerno. Da quel momento sono stata invitata a prendere parte a diversi eventi e manifestazioni. In questo modo ho continuato a crescere e a conoscere il mondo dell’arte. Ho rinominato la mia raccolta personale “Oltre il mondo” perché, nonostante la varietà delle tematiche, il desiderio di fondo è sempre quello di andare oltre le apparenze.

Galleria: alcuni dei miei lavori

 

[La natura che sente, vede e ascolta, olio su tela 50X70 cm]

[Sogni e desideri, olio su tela 35X40cm]

Un piccolo quadretto nato all’aperto. Quel giorno ero immersa nella natura della montagna. Mentre disegnavo un bambino si avvicinò e mi chiese cosa stavo disegnando e perché disegnassi così. Io gli risposi che semplicemente seguivo la mia immaginazione. A lui piaceva molto ma non voleva diventare un pittore, preferiva le macchine. Che peccato!

[Lo specchio, olio si tela, 50X70 cm]

[L’uomo della pioggia, olio su tela, 50X70cm]

Probabilmente il primo dei miei ritratti dell’anima. Non amando i ritratti classici preferisco tentare di rappresentare la personalità di chi viene ritratto.

[Dettaglio del quadro La presenza, olio su tela 1mX50cm]

[La donna natura, olio su tela, 50X70cm]

La donna natura è nata durante la fiera delle 4A a Mercato San Severino del 2013.

[Il dono, olio su tela, 50X70cm]

Il mio primo tentativo di procedere da un tema stabilito da altri. L’occasione era un concorso indetto da un artista surrealista. Solitamente preferisco dipingere solo quando ne sento l’urgenza, quando mi sento ispirata. In ogni caso ne ho approfittato per provare diversi effetti. Per questo motivo questo quadro ha alcuni dettagli in rilievo, come le gocce.

[La mutevolezza, olio, tempera e caffè su tela 50X70cm]

Quest’opera ha ricevuto un giudizio critico: 

Esiti di realismo, di astrazione, di arte concettuale non si assemblano ma si mantecano e si fondono in una creazione pittorica dai ritmi cromatici saldamente coerenti ed equilibrati. Il simbolismo non rende sterile e vizza la resa estetica che, viva e pulsante, cattura lo sguardo del fruitore avido di emozioni elitarie.

Prof. Luigi Crescibene

Due tele contro l’Omofobia

[Nell’anima, olio si tela, 35X40cm]

Le due tele contro l’omofobia le ho dipinte per il progetto “Stop Omofobia” nato a Sarno nel 2015. La prima è attualmente esposta, insieme alle tele di altri artisti, all’Istituto Comprensivo Statale ad indirizzo musicale “De Amicis-Baccelli” a Sarno (Sa). La seconda è nata in estemporanea durante l’evento.

[Stop Omofobia, olio su tela, 50X70 cm]

[La sposa, olio su tela, 50X70cm]

Questo quadro l’ho realizzato nel  2015 per il Concorso “La tombola napoletana a San Giorgio” (Sa). Bisognava scegliere tra le varie figure della tombola, non è stato tanto semplice per me prendere una decisione, alla fine ho optato per la sposa!

I ritratti dell’anima

Queste due tele le ho realizzate per regalarle a due care amiche. Fanno parte della serie dei ritratti dell’anima che ho citato riguardo “L’uomo della pioggia”.

[Entrambe le tele sono state realizzate con i colori ad olio e misurano 35X40cm]

Questi sono solo alcuni dei miei lavori, ma è sulla pagina di facebook che pubblico tutti i miei esperimenti con materiali e colori differenti. Insieme ad alcune fotografie, altra grande mia passione.